pell_George

Salviamoci la Pell: chi se l’è cantato?

La polizia australiana lo ha finalmente incriminato: ma la farà franca?

PEDOFILIA IN CHIESA


chronicleok
prato

L’ultima canzone di Marco Prato

L’assassino ha scelto di “morire sulla scena”, come cantava Dalida

IL VIDEO


  • youguf

  • Pippo Civati ora ha un inno anti-Renzi


    Caterina Ronchieri

    “E Pippo Pippo non lo sa che quando passa ride tutta la città, e le sartine, dalle vetrine, gli fan mille mossettine”. Questo il geniale motivetto del Trio Lescano che probabilmente ha accompagnato e tormentato Pippo Civati per tutta la sua vita.
    La canzone è strepitosa, un po’ gli si addice pure, i bambini la adorano. E cosi’ rimane negli anni e viene in mente, volens or nolence, quando si leggono le dichiarazioni dell’onorevole Civati. Ma adesso Pippo può finalmente liberarsi di questo adorabile motivetto. Ha una canzone dedicata, non a un pippo in generale, ma proprio a Pippo Civati. Sulle ragioni che possano indurre un uomo adulto e dotato di cultura e raziocinio a farsi pubblicamente chiamare “Pippo” non intendo indagare in questa sede.
    Ma il nostro Pippo nazionale si è finalmente liberato di Apollo, pollo e sartine per assurgere a protagonista di una canzone di Edoardo Bennato contenuta nel suo nuovo album, “Pronti a salpare”. La canzone si intitola “Al gran ballo della Leopolda”, è molto carina, e il ritornello recita: “Pippo, ci vai tu o ci vado io?”.
    Ed ecco spiegata la partecipazione di Edoardo Bennato alla Leopolda di Renzi. E’ stato di parola, Edoardo. E dato che Civati non solo non è andato alla Leopolda, ma probabilmente presenterà una proposta di legge per riconvertirla in una stazione con i treni e i macchinisti, c’ è andato lui. Era per promuovere il suo album, forse non proprio un avvallo al Governo.

    Tutto è nato da un incontro con Paragone

    Ma come è nata questa canzone? Saranno Civati e Bennato amici di vecchia data? Hanno interessi comuni?
    No, pare che il loro primo incontro sia solo dello scorso venerdi negli studi dell’Aria, sotto l’occhio caldo e materno di Mirta Merlino. Una sera, circa un anno fa, Gianluigi Paragone chiamò Pippo per informarlo che lo cercava Edoardo Bennato. Che aveva già pronta la canzone. Ma non si erano mai incontrati prima della scorsa settimana. Pare che Pippo avesse corteggiato Edoardo per la presentazione del movimento Possibile a Bagnoli, casa di Bennato, ma il sospirato incontro in quell’occasione non sia stato possibile….
    La gestazione della canzone è stata lunga, più o meno quanto lo è stata quella di Civati per uscire dal partito democratico.
    Perché, diciamolo. Matteo Renzi sarà anche primo ministro, ma una canzone dedicata non ce l’ha.
    Si è parlato molto della partecipazione di Edoardo Bennato alla Leopolda di quest’anno. Dopo molte defezioni di volti noti, dagli sportivi agli astronauti. La sua presenza alla kermesse pare pero’ sia stata male interpretata. “Sono venuto perché l’avevo promesso a Pippo Civati”. Certo migliore pubblicità al suo nuovo album non poteva fare.
    (20 dicembre 2015)